Autorizzazioni

Le autorizzazioni determinano il modo in cui gli utenti possono interagire con contenuti quali cartelle di lavoro e origini dati. Le autorizzazioni vengono impostate nella finestra di dialogo delle autorizzazioni o tramite l'API REST(Il collegamento viene aperto in una nuova finestra). Nella parte superiore della finestra di dialogo, le regole di autorizzazione configurano le funzionalità per gruppi o utenti. In basso, la griglia delle autorizzazioni visualizza le autorizzazioni effettive per gli utenti.

Finestra di dialogo delle autorizzazioni di progetto con la scheda della cartella di lavoro

Esistono diversi argomenti correlati che descrivono i concetti relativi alle autorizzazioni, nonché come impostarle e gestirle. Gli argomenti principali sono:

  • Il presente argomento, che illustra le nozioni di base, come impostare le regole di autorizzazione per i progetti e altri contenuti e considerazioni sulle autorizzazioni per scenari specifici.
  • Funzionalità e modelli di autorizzazione, che illustra in dettaglio le varie funzionalità utilizzate per creare le regole di autorizzazione.
  • Gestire le autorizzazioni con i progetti, che descrive l'utilizzo dei progetti per gestire le autorizzazioni e l'impatto sulle autorizzazioni dei progetti nidificati e bloccati.
  • Autorizzazioni effettive, che illustra come sono valutate le regole di autorizzazione e come vengono determinate le autorizzazioni finali.
  • Autorizzazioni, ruoli del sito e licenze, che illustra in che modo interagiscono le autorizzazioni con i ruoli del sito e le licenze per determinare le attività che un utente può eseguire in un sito.

Inoltre, se è presente Data Management Add-on, le autorizzazioni per le risorse esterne richiedono ulteriori considerazioni. Per maggiori informazioni, consulta Gestire autorizzazioni per risorse esterne.

Principi fondamentali delle autorizzazioni

Progetti e gruppi

I siti Tableau utilizzano i progetti per organizzare i contenuti e i gruppi per organizzare gli utenti. La gestione delle autorizzazioni è più semplice quando le regole di autorizzazione sono:

  • Impostate a livello di progetto invece che per singoli contenuti.
  • Stabilite per i gruppi invece che per i singoli utenti.

Le autorizzazioni possono essere stabilite solo per utenti, gruppi, progetti o contenuti già esistenti. Per ulteriori informazioni sulla creazione di utenti e gruppi, la creazione di progetti e la pubblicazione di contenuti, vedi Gestire utenti e gruppi, Utilizzare i progetti per gestire l'accesso ai contenuti e Pubblicare origini dati e cartelle di lavoro(Il collegamento viene aperto in una nuova finestra).

Funzionalità e regole di autorizzazione 

Le autorizzazioni sono costituite da funzionalità, dalla possibilità di eseguire azioni come visualizzare i contenuti, utilizzare la modifica Web, scaricare origini dati o eliminare contenuti. Le regole di autorizzazione stabiliscono quali funzionalità sono consentite o negate a un utente o a un gruppo per un contenuto.

Nota: quando si parla di autorizzazioni in generale, spesso viene specificato qualcosa come "un utente deve disporre dell'autorizzazione per l'eliminazione". Questo concetto è facile da comprendere in un contesto ampio. Tuttavia, quando si lavora con le autorizzazioni a livello tecnico come in questo articolo, è più preciso indicare "la funzionalità di eliminazione". In questo argomento utilizzeremo il termine più preciso funzionalità, ma tieni presente che potrebbe essere usato il termine autorizzazione in altre posizioni.

Finestra di dialogo delle autorizzazioni che mostra diverse regole di autorizzazione con alcune funzionalità consentite, negate o lasciate non specificate

L'interazione tra il livello di licenza, il ruolo del sito e le regole di autorizzazione (che possono essere diverse) determinano le attività che un utente può eseguire o meno. Per ogni utente queste diventano le sue autorizzazioni effettive. Per maggiori informazioni, consulta Autorizzazioni effettive.

Alcune attività come la creazione di nuove cartelle di lavoro da un browser (Web authoring) o lo spostamento di contenuti potrebbero richiedere configurazioni specifiche di diverse funzionalità anziché essere catturate in un'unica funzionalità. Per maggiori informazioni, consulta Impostazioni delle autorizzazioni per scenari specifici.

Impostare autorizzazioni

Le regole di autorizzazione vengono impostate in modo diverso a livello di progetto, a livello di contenuto o durante la pubblicazione di contenuti da Tableau Desktop.

Nota: l'espressione "autorizzazioni di progetto" può avere due significati. Vi sono funzionalità di autorizzazione per un progetto stesso (Vista e Pubblica), che specificano in che modo un utente può interagire con un progetto. Esiste anche il concetto di regole di autorizzazione a livello di progetto per altri tipi di contenuti. In questo articolo per "autorizzazioni a livello di progetto" si intendono le regole di autorizzazione per le cartelle di lavoro, le origini dati e gli altri contenuti configurati nella finestra di dialogo delle autorizzazioni per un progetto. Questo è in contrasto con le regole di autorizzazione "a livello di contenuto" che possono essere impostate su una specifica cartella di lavoro, origine dati e così via.

Per amministratori, proprietari del progetto e responsabili di progetto

Per impostare le autorizzazioni a livello di progetto:

  1. Passa al progetto
  2. Apri il menu Azioni (...) e fai clic su Autorizzazioni.

    Menu Azioni

    Verrà visualizzata la finestra di dialogo delle autorizzazioni. Questa finestra di dialogo presenta due aree principali: le regole di autorizzazione nella parte superiore e la griglia delle autorizzazioni effettive in quella inferiore. È presente una scheda per ogni tipo di contenuto. L'immagine seguente mostra la scheda Cartella di lavoro.

    Finestra di dialogo delle autorizzazioni di progetto con la scheda della cartella di lavoro

    Dopo aver selezionato una riga in alto, viene popolata la griglia delle autorizzazioni effettive. Utilizza questa griglia per verificare le autorizzazioni. Passando il puntatore, vengono fornite informazioni sul motivo per cui la funzionalità è consentita o negata per lo specifico utente.

  3. Per modificare una regola di autorizzazione esistente, seleziona la scheda appropriata per il tipo di contenuto e fai clic su una funzionalità.
  4. Per creare una nuova regola, fai clic su + Aggiungi regola gruppo/utente e inizia a digitare per cercare un gruppo o un utente. Per ogni scheda, scegli un modello esistente dalla casella a discesa oppure crea una regola personalizzata facendo clic sulle funzionalità.
  5. Un clic imposta la funzionalità su Consentito, un secondo clic la imposta su Negato e un terzo clic cancella la selezione (Non specificato).

  6. Al termine, fai clic su Salva.

Suggerimento: le regole di autorizzazione stabilite a livello di progetto operano come impostazioni predefinite per i contenuti salvati nel progetto e per tutti i progetti nidificati che contiene. Il fatto che queste regole predefinite a livello di progetto siano applicate o solo preliminari dipende dall'impostazione per le autorizzazioni del contenuto. Questa impostazione può essere configurata in due modi: Bloccato o Personalizzabile. Per maggiori informazioni, consulta Bloccare le autorizzazioni del contenuto.

Per gli amministratori, i responsabili di progetto e i proprietari del contenuto

Se le autorizzazioni del contenuto sono personalizzabili, è possibile modificare le autorizzazioni per i singoli contenuti. Le informazioni riportate di seguito non sono applicabili per i contenuti dei progetti bloccati. Per maggiori informazioni, consulta Bloccare le autorizzazioni del contenuto.

Suggerimento: sebbene sia possibile impostare le autorizzazioni per i singoli contenuti nei progetti personalizzabili, è consigliabile gestire le autorizzazioni a livello di progetto.

Impostare le autorizzazioni per il contenuto

  1. Passa al contenuto (cartella di lavoro, origine dati, flusso, ruolo dati)
  2. Apri il menu Azioni (...) e fai clic su Autorizzazioni.

    Menu Azioni

    Verrà visualizzata la finestra di dialogo delle autorizzazioni. Questa finestra di dialogo presenta due aree principali: le regole di autorizzazione nella parte superiore e la griglia delle autorizzazioni effettive in quella inferiore. Osserva la mancanza delle schede nella parte superiore: una finestra di dialogo delle autorizzazioni a livello di contenuto non dispone di schede.

    Finestra di dialogo delle autorizzazioni a livello di cartella di lavoro che mostra le regole di autorizzazione e le autorizzazioni effettive

    Dopo aver selezionato una riga in alto, viene popolata la griglia delle autorizzazioni effettive. Utilizza questa griglia per verificare le autorizzazioni. Passando il puntatore sul quadrato di una funzionalità, vengono fornite informazioni sul motivo per cui la funzionalità è consentita o negata per lo specifico utente.

  3. Per modificare una regola di autorizzazione esistente, fai clic su una funzionalità.
  4. Per creare una nuova regola, fai clic su + Aggiungi regola gruppo/utente e inizia a digitare per cercare un gruppo o un utente. Scegli un modello esistente dalla casella a discesa oppure crea una regola personalizzata facendo clic sulle funzionalità.
  5. Un clic imposta la funzionalità su Consentito, un secondo clic la imposta su Negato e un terzo clic cancella la selezione (Non specificato).

  6. Al termine, fai clic su Salva.

Impostare le autorizzazioni per una vista

Suggerimento: sebbene sia possibile impostare le autorizzazioni a livello di vista all'interno di una cartella di lavoro, è consigliabile gestire le autorizzazioni a livello di progetto o di cartella di lavoro.

Se una cartella di lavoro viene pubblicata con l'opzione Mostra fogli come schede selezionata, le viste nella cartella erediteranno tutte le autorizzazioni impostate per la cartella di lavoro. La finestra di dialogo delle autorizzazioni per una vista sarà di sola lettura.

In alcune situazioni, può essere utile specificare le autorizzazioni per una vista indipendentemente dalla cartella di lavoro che la contiene. Se una cartella di lavoro viene pubblicata con l'opzione Mostra fogli come schede deselezionata, le viste inizialmente avranno le autorizzazioni della cartella di lavoro, ma saranno indipendenti e potranno essere impostate in modo diverso. Tieni presente che questo significa che se le regole di autorizzazione vengono modificate per la cartella di lavoro, tali modifiche non saranno applicate alle viste: le autorizzazioni di ogni vista dovranno essere gestite singolarmente.

Per maggiori informazioni, consulta Mostrare o nascondere le schede dei fogli.

Per i publisher di contenuti

Se le autorizzazioni per il contenuto del progetto sono personalizzabili, le autorizzazioni per i singoli contenuti possono essere impostate al momento della pubblicazione da Tableau Desktop. Le informazioni riportate di seguito non sono applicabili per i contenuti dei progetti bloccati. Per maggiori informazioni, consulta Bloccare le autorizzazioni del contenuto.

Suggerimento: sebbene sia possibile impostare le autorizzazioni per i singoli contenuti nei progetti personalizzabili, è consigliabile gestire le autorizzazioni a livello di progetto.

  1. Dalla finestra di dialogo di pubblicazione, fai clic sul collegamento Modifica per Autorizzazioni.
    Se il collegamento Modifica non è disponibile, le autorizzazioni sono bloccate nel progetto e non possono essere modificate se non dal proprietario del progetto, dal responsabile del progetto o da un amministratore.
  2. La finestra di dialogo Aggiungi/Modifica autorizzazioni mostra tutte le regole di autorizzazione esistenti. Fai clic su Aggiungi per aggiungere una nuova regola di autorizzazione o su Modifica per modificare una regola di autorizzazione esistente
    1. Seleziona il gruppo o l'utente dal riquadro di sinistra. Puoi espandere un gruppo per visualizzare quali utenti contiene.
    2. Utilizza il selettore in alto a destra per scegliere un modello esistente, oppure utilizza i pulsanti di opzione per creare una regola personalizzata.

    Finestra di dialogo Aggiungi/Modifica autorizzazioni visualizzata durante la pubblicazione da Tableau Desktop

    Tieni presente che le autorizzazioni effettive non possono essere controllate dalla finestra di dialogo di pubblicazione.

  3. Al termine, fai clic su OK e riprendi la pubblicazione.

Nota: le autorizzazioni non possono essere impostate durante la pubblicazione dei flussi da Tableau Prep Builder. Per impostare le autorizzazioni su un flusso, fai riferimento alla procedura per le autorizzazioni a livello di progetto o a livello di contenuto.

Suggerimento: per impostazione predefinita, tutti gli utenti vengono aggiunti a un gruppo "Tutti gli utenti" che dispone delle autorizzazioni di base per i contenuti. Per iniziare da zero durante la creazione delle regole di autorizzazione, è consigliare eliminare completamente la regola o modificare la regola per Tutti gli utenti in modo da rimuovere qualsiasi autorizzazione (impostare il modello del ruolo di autorizzazione su Nessuno). In questo modo sarà possibile prevenire qualsiasi ambiguità del caso, riducendo il numero di regole che si applicano a un determinato utente e rendendo quindi le autorizzazioni effettive più facilmente comprensibili.

Impostazioni delle autorizzazioni per scenari specifici

Alcune azioni richiedono combinazioni di funzionalità di autorizzazione ed eventualmente ruoli del sito. Di seguito sono riportati alcuni scenari comuni e le relative configurazioni di autorizzazione necessarie

Salvataggio, pubblicazione e sovrascrittura

Nel contesto delle autorizzazioni, salvare significa essenzialmente pubblicare. Di conseguenza, le funzionalità Sovrascrivi e Salva una copia possono essere assegnate solo agli utenti con un ruolo del sito che consente la pubblicazione: Amministratore, Creator o Explorer (autorizzato a pubblicare). I ruoli del sito Explorer o Viewer non dispongono delle autorizzazioni per pubblicare, sovrascrivere o salvare una copia.

Prima della versione 2020.1, le funzionalità Pubblica e Sovrascrivi erano denominate Salva, mentre la funzionalità Scarica cartella di lavoro/Salva una copia era denominata Scarica cartella di lavoro/Salva con nome.

  • La funzionalità Pubblica per un progetto consente all'utente di pubblicare contenuti nel progetto.
  • La funzionalità Sovrascrivi consente all'utente di sovrascrivere un contenuto esistente, diventandone il proprietario.
  • La funzionalità Salva una copia consente all'utente di salvare una nuova copia del contenuto. Questo avviene di solito in concomitanza con il Web authoring e implica che l'utente può salvare le proprie modifiche.

È importante notare che gli utenti non sono in grado di salvare o salvare con nome un contenuto a meno che non dispongano della funzionalità Pubblica per almeno un progetto, perché tutti i contenuti devono essere pubblicati in un progetto. Senza la funzionalità Pubblica a livello di progetto, il contenuto non può essere pubblicato.

Nella Modifica Web, l'opzione Salva nel menu File viene visualizzata solo per il proprietario del contenuto. Se un utente diverso dal proprietario dispone della funzionalità Sovrascrivi (che gli permette di salvare il contenuto), deve scegliere File > Salva con nome e denominare la cartella di lavoro con lo stesso nome esatto. In questo modo viene visualizzato un avviso indicante che si sta procedendo alla sovrascrittura del contenuto esistente, operazione che può essere effettuata. Al contrario, un utente con la sola funzionalità Salva una copia che cerca di usare lo stesso nome riceve un errore in cui viene indicato che non dispone dell'autorizzazione a sovrascrivere il contenuto esistente.

Se un utente diverso dal proprietario del contenuto sovrascrive il contenuto, diventa il proprietario, con tutte le autorizzazioni che ne derivano. L'accesso del proprietario originale al contenuto è quindi determinato dalle loro autorizzazioni come utente piuttosto che dal proprietario.

Nota: Scarica cartella di lavoro/Salva una copia è una funzionalità comune per le cartelle di lavoro. Agli utenti Explorer può essere assegnata questa possibilità, ma possono solo scaricare la cartella di lavoro, non salvarne una copia. Concedendo la funzionalità ai ruoli del sito Explorer (autorizzato a pubblicare), Creator o Amministratore, viene data loro la possibilità di scaricare cartelle di lavoro e salvare una copia.

Modifica Web e Web authoring

Modifica Web e Web authoring si riferiscono alla capacità generale degli utenti di modificare o creare cartelle di lavoro direttamente nel browser. La funzionalità di autorizzazione si chiama Modifica Web e l'impostazione del sito si chiama Web authoring. Questa sezione farà riferimento a qualsiasi azione di modifica o pubblicazione basata sul Web come il Web authoring.

Per abilitare questa funzionalità, esistono diversi requisiti.

  • Ruolo del sito utente: l'utente deve avere l'appropriato ruolo di sito.
    • I Viewer non possono mai eseguire la Modifica Web.
    • Agli utenti Explorer può essere assegnata la funzionalità di modifica Web, ma non sono autorizzati a pubblicare. In sostanza, possono usare la modifica Web per rispondere a domande più profonde basate sui contenuti esistenti, ma non possono salvare le modifiche.
    • Gli utenti Explorer (autorizzato a pubblicare) o gli Explorer amministratori del sito possono pubblicare, ma possono utilizzare solo i dati già pubblicati sul sito.
    • Creator, Creator amministratori del sito e Amministratore del server possono pubblicare e creare nuove origini dati.
  • Funzionalità di autorizzazione: l'utente deve disporre delle necessarie funzionalità di autorizzazione in base alla funzionalità desiderata.

Impostazioni delle capacità di autorizzazione richieste

Funzionalità desiderata Ruolo del sito minimo Modifica Web Scarica/Salva una copia Sovrascrivi (cartella di lavoro) Pubblica (progetto) Connetti (origine dati)
Web authoring senza essere in grado di salvare Explorer Consenti Nega Nega Facoltativo Consenti
Web authoring e salvataggio dei nuovi contenuti Explorer (autorizzato a pubblicare) Consenti Consenti Nega Consenti Consenti
Web authoring e salva (sovrascrivi) contenuti Explorer (autorizzato a pubblicare) Consenti Consenti Consenti Consenti Consenti
Web authoring con nuovi dati e salva nuovi contenuti Creator Consenti Facoltativo Facoltativo Consenti Facoltativo

Facoltativo indica che questa funzionalità non è coinvolta nella funzionalità desiderata

Accesso ai dati per le origini dati pubblicate di Tableau

Le origini dati pubblicate su un sito Tableau possono avere l'autenticazione nativa e le autorizzazioni all'interno dell'ambiente Tableau.

Quando l'origine dati viene pubblicata sul sito di Tableau, il publisher può scegliere come impostare le credenziali per accedere ai dati pubblicati, che si occupa di come vengono gestite le credenziali dell'origine dati (ad esempio richiedendo agli utenti di accedere a un database o di inserire le proprie credenziali per Fogli Google). Questa autenticazione è controllata da qualsiasi tecnologia che detiene i dati. Tale funzione può essere integrata quando l'origine dati viene pubblicata, oppure il publisher dell'origine dati può scegliere di richiedere all'utente le proprie credenziali per l'origine dati. Per ulteriori informazioni, consulta Pubblicare un'origine dati.

Esistono anche funzionalità dell'origine dati che permettono o negano agli utenti la possibilità di visualizzare (Visualizza) e connettersi all'origine dati pubblicata (Connetti) nel contesto di Tableau. Queste funzionalità sono impostate come qualsiasi altra autorizzazione in Tableau.

Quando viene pubblicata una cartella di lavoro che utilizza un'origine dati pubblicata, l'autore può controllare come si comporterà l'autenticazione di Tableau per chi utilizza la cartella di lavoro. L'autore imposta l'accesso della cartella di lavoro all'origine dati pubblicata, sia come Incorpora password (utilizzando l'accesso Connetti dell'autore all'origine dati) o Avvisa utenti (utilizzando l'accesso Connetti della persona che visualizza la cartella di lavoro), che può richiedere anche l'autenticazione dell'origine dati.

  • Quando la cartella di lavoro è impostata su Incorpora password, chiunque guardi la cartella di lavoro visualizzerà i dati in base all'accesso dell'autore all'origine dati.
  • Se la cartella di lavoro è impostata su Avvisa utenti, l'accesso controllato da Tableau viene controllato per l'origine dati. La persona che utilizza la cartella di lavoro deve disporre della funzionalità Connetti per l'origine dati pubblicata per visualizzare i dati. Se anche l'origine dati pubblicata è impostata su Avvisa utente, il viewer deve inserire le proprie credenziali per l'origine dati stessa.
Autenticazione della cartella di lavoro all'origine dati Autenticazione dell'origine dati ai dati Modalità di valutazione dell'accesso ai dati per chi utilizza la cartella di lavoro
Incorpora password Incorpora password L'utente visualizza i dati come se fossero l'autore della cartella di lavoro
Incorpora password Avvisa utente L'utente visualizza i dati come se fosse l'autore della cartella di lavoro. (All'autore viene richiesta l'autenticazione dell'origine dati, non all'utente.)
Avvisa utente Incorpora password L'utente deve avere la propria funzionalità Connetti all'origine dati pubblicata
Avvisa utente Avvisa utente L'utente deve disporre della funzionalità Connetti all'origine dati pubblicata e vengono richieste le credenziali ai dati sottostanti

Tieni presente che questo si applica al consumo di una cartella di lavoro, non alla Modifica Web. Per la Modifica Web, l'utente deve disporre della propria funzionalità Connetti.

Spostare il contenuto

Per spostare un elemento, apri il menu Azione (...) e fai clic su Sposta. Seleziona il nuovo progetto per l'elemento, quindi fai clic su Sposta contenuto. Se Sposta non è disponibile o non sono presenti progetti di destinazione disponibili, verifica che siano soddisfatte le condizioni appropriate:

  • Gli amministratori possono sempre spostare contenuti e progetti in qualsiasi posizione.
  • I responsabili di progetto e i proprietari dei progetti possono spostare contenuti e progetti nidificati tra i loro progetti.
    • Tieni presente che i non amministratori non possono spostare i progetti per renderli progetti principali
  • Altri utenti possono spostare contenuti solo se sono soddisfatti tutti e tre i seguenti requisiti:
    • Ruolo del sito Creator o Explorer (autorizzato a pubblicare).
    • Diritti di pubblicazione (funzionalità Vista e Pubblica) per il progetto di destinazione
    • Proprietario del contenuto, o, per le cartelle di lavoro e i flussi, avente la funzionalità Sposta.

Quando un progetto viene spostato, le autorizzazioni per il relativo contenuto potrebbero cambiare.

  • I responsabili di progetto o i proprietari del progetto ottengono sempre le autorizzazioni per gli oggetti spostati nei loro progetti.
  • Quando un progetto viene spostato in un progetto bloccato (inclusi i progetti nidificati), i modelli di autorizzazione per il progetto bloccato vengono applicati al progetto spostato e a tutti i relativi contenuti e progetti nidificati. Ricorda che in questo modo l'utente che sposta il progetto potrebbe essere privato della sua funzionalità di spostarlo nuovamente se non dispone delle autorizzazioni corrette nel progetto bloccato.
  • Quando un progetto viene spostato in un progetto sbloccato (personalizzabile), le autorizzazioni esistenti vengono mantenute per il progetto spostato e il relativo contenuto. Se lo stato di responsabile di progetto è stato concesso solo implicitamente (da un progetto principale), tale stato viene rimosso, anche se viene mantenuto qualsiasi stato di responsabile di progetto impostato esplicitamente.

Metriche

Le metriche vengono create dalle viste nelle cartelle di lavoro pubblicate. Un utente può creare metriche se:

  • Dispone di un ruolo del sito Creator o Explorer (autorizzato a pubblicare)
  • Dispone della funzionalità Pubblica per un progetto
  • Dispone della funzionalità Scarica dati completi per la vista o la cartella di lavoro pertinente

Per maggiori informazioni, consulta Creare metriche e risolverne i problemi e Configurazione per le metriche.

Autorizzazioni per le metriche

Poiché le metriche sono contenuti indipendenti, è importante tenere presente che le autorizzazioni per le metriche vengono gestite in modo indipendente dalla vista da cui sono state create. Questo è diverso dalle sottoscrizioni e dagli avvisi basati sui dati, in cui il contenuto dell'avviso o della sottoscrizione può essere visualizzato solo se l'utente dispone delle autorizzazioni corrette per la vista stessa.

Anche se le funzionalità per le metriche sono semplici, la funzionalità Visualizza deve essere considerata con attenzione. Una cartella di lavoro con autorizzazioni limitate potrebbe essere la base per una metrica con autorizzazioni più aperte. Per proteggere i dati sensibili, puoi impedire la creazione di metriche per cartelle di lavoro specifiche.

Impedire la creazione di metriche

La possibilità di creare una metrica non può essere disabilitata direttamente a livello di cartella di lavoro (solo a livello di sito), tuttavia le autorizzazioni consentono di regolare l'accesso tra le metriche e le cartelle di lavoro.

Per impedire le metriche per una specifica cartella di lavoro, nega la funzionalità Scarica dati completi per la cartella di lavoro.

Per assicurarti che questa funzionalità non possa essere modificata, nega Scarica dati completi a livello di progetto per tutte le cartelle di lavoro del progetto e blocca le autorizzazioni del contenuto per il progetto.

Mostrare o nascondere le schede dei fogli

Nel contesto dei contenuti pubblicati, le schede dei fogli (anche denominate viste a schede) sono un concetto distinto dalle schede dei fogli in Tableau Desktop. Mostrare e nascondere le schede dei fogli in Tableau Desktop si riferisce al fatto di nascondere i fogli nell'ambiente di authoring. Per maggiori informazioni, consulta Gestire i fogli nelle dashboard e nelle storie.

Mostrare e nascondere le schede dei fogli (attivazione o disattivazione delle viste a schede) per i contenuti pubblicati si riferisce allo spostamento in una cartella di lavoro pubblicata. Quando vengono mostrate le schede dei fogli, il contenuto pubblicato presenta delle schede di spostamento nella parte superiore di ogni vista.

confronto della navigazione tra le viste con le viste a schede attivate e disattivate

Questa impostazione influisce anche sul funzionamento delle autorizzazioni e può avere implicazioni per la sicurezza (vedi la nota).

Nota: è possibile avere la funzionalità Visualizza per una vista senza la funzionalità Visualizza per la cartella di lavoro o il progetto che la contiene. In genere, se un utente non dispone della funzionalità Visualizza per un progetto e una cartella di lavoro, non saprà che tali risorse esistono. Se tuttavia dispone della funzionalità Visualizza per una vista, un utente può essere in grado di vedere il nome del progetto e della cartella di lavoro quando esamina la vista, ad esempio nel percorso di navigazione. Si tratta di un comportamento previsto e accettato.

Disattivare le viste a schede per consentire autorizzazioni indipendenti per le viste

Sebbene non sia consigliabile come pratica generale, a volte può essere utile impostare le autorizzazioni sulle viste indipendentemente dalla cartella di lavoro che le contiene. A tale scopo, devono essere soddisfatte tre condizioni:

  1. La cartella di lavoro deve essere pubblicata: non è possibile impostare le autorizzazioni di visualizzazione durante la pubblicazione.
  2. La cartella di lavoro deve essere in un progetto personalizzabile.
  3. La cartella di lavoro non può mostrare i fogli come schede (le viste a schede devono essere nascoste).

Quando una cartella di lavoro mostra i fogli come schede, tutte le viste ereditano le autorizzazioni della cartella di lavoro e qualsiasi modifica delle autorizzazioni della cartella di lavoro influisce su tutte le sue viste. Quando una cartella di lavoro in un progetto personalizzabile non mostra le viste a schede, tutte le viste ereditano le autorizzazioni della cartella di lavoro al momento della pubblicazione, ma tutte le modifiche successive alle regole di autorizzazione della cartella di lavoro non verranno ereditate dalle viste.

Modificando la configurazione dei fogli come schede su una cartella di lavoro pubblicata, si influisce anche sul modello di autorizzazione. Selezionando Mostra schede, tutte le autorizzazioni esistenti a livello di vista verranno sovrascritte e le autorizzazioni a livello di cartella di lavoro verranno ripristinate per tutte le viste. Selezionando Nascondi schede, la relazione tra la cartella di lavoro e le relative viste verrà interrotta.

Importante: in un progetto personalizzabile, tutte le modifiche apportate alle autorizzazioni a livello di cartella di lavoro non verranno applicate se le schede dei fogli di spostamento sono nascoste (le viste a schede sono disattivate). Le modifiche delle autorizzazioni devono essere apportate nelle singole viste.

Raccolte

A differenza dei progetti, che includono contenuti, una raccolta può essere pensata come un elenco di collegamenti ai contenuti. Mentre le autorizzazioni del progetto possono essere ereditate dai contenuti nel progetto, le autorizzazioni per una raccolta non hanno alcun effetto sui contenuti aggiunti alla raccolta. Ciò significa che utenti diversi potrebbero vedere un numero diverso di elementi in una raccolta, a seconda di quali elementi sono autorizzati a visualizzare. Per assicurarti che gli utenti possano vedere tutti gli elementi di una raccolta, modifica le autorizzazioni per tali elementi singolarmente.

Le autorizzazioni per una raccolta possono essere modificate utilizzando la finestra di dialogo delle autorizzazioni o concedendo l'accesso dopo la condivisione di una raccolta, se sei un amministratore o il proprietario della raccolta. Per maggiori informazioni, consulta Gestire le autorizzazioni delle raccolte.

Raccolte private

Quando viene creata una raccolta, è privata per impostazione predefinita. Una raccolta privata viene visualizzata nella pagina Le mie raccolte del proprietario, ma non nell'elenco di tutte le raccolte su un sito. Le raccolte private sono semplicemente raccolte a cui non sono state aggiunte regole di autorizzazione. A differenza di altri tipi di contenuto, alle raccolte non viene aggiunto il gruppo "Tutti gli utenti" per impostazione predefinita. Quando aggiungi regole di autorizzazione a una raccolta, questa non viene più contrassegnata come privata. Per riportare una raccolta a uno stato privato, rimuovi le regole di autorizzazione.

Le raccolte private possono essere visualizzate dal proprietario della raccolta e dagli amministratori, il cui ruolo del sito concede autorizzazioni effettive per la visualizzazione di tutte le raccolte.

Altri articoli in questa sezione

Grazie per il tuo feedback.