Utilizza i grafici a dispersione per visualizzare le relazioni tra le variabili numeriche.

In Tableau, puoi creare un grafico a dispersione inserendo almeno una misura nello spazio Colonne e minimo una misura nello spazio Righe . Se questi spazi contengono sia dimensioni che misure, Tableau posiziona le misure come i campi più interni, ciò significa che le misure sono sempre alla destra di qualsiasi dimensione inserita in questi spazi. In questo caso, la parola "più interno" si riferisce alla struttura della tabella.

Crea un semplice grafico a dispersione Crea una matrice di grafici a dispersione

Un grafico a dispersione può utilizzare diversi tipi di indicatori. Per impostazione predefinita, Tableau utilizza il tipo di indicatore di forma. A seconda dei dati, puoi usare un altro tipo di indicatore, ad esempio un cerchio o un quadrato. Per maggiori informazioni, consulta Modificare il tipo di indicatore nella vista.

Per utilizzare i grafici a dispersione e le linee di tendenza per confrontare le vendite rispetto al profitto, esegui la procedura seguente:

  1. Apri l'origine dati Sample - Superstore.
  2. Trascina la dimensione Profitto su Colonne.

    In Tableau la misura viene aggregata come somma e viene creato un asse orizzontale.

  3. Trascina la misura Vendite su Righe.

    In Tableau la misura viene aggregata come somma e viene creato un asse verticale.

    Le misure possono essere costituite da dati numerici continui. Quando tracci un numero rispetto a un altro, stai mettendo a confronto due numeri. Il grafico risultante è analogo a un grafico cartesiano, con coordinate x e y.

    Ora disponi di un grafico a dispersione con un indicatore:

  4. Trascina la dimensione Categoria su Colore sulla scheda Indicatori.

    In questo modo i dati vengono separati in tre indicatori: uno per ogni membro di dimensione, mentre gli indicatori vengono codificati usando i colori.

  5. Trascina la dimensione Regione su Dettaglio nella scheda Indicatori.

    Ora nella vista sono presenti molti più indicatori. Il numero di indicatori è uguale al numero di regioni distinte nell'origine dati moltiplicato per il numero di reparti. (Se intendi approfondire, utilizza il pulsante Annulla sulla barra degli strumenti per vedere cosa sarebbe successo se si fosse lasciata cadere la dimensione Regione su Forma anziché Dettaglio.

  6. Per aggiungere linee di tendenza, dal riquadro Analisi, trascina il modello Linea di tendenza nella vista, quindi rilascialo sul tipo di modello.

    Una linea di tendenza può fornire una definizione statistica della relazione tra due valori numerici. Per aggiungere linee di tendenza a una vista, entrambi gli assi devono contenere un campo che può essere interpretato come numero. Per definizione, è sempre il caso di un grafico a dispersione.

    Al fine di distinguere le tre categorie, Tableau aggiunge tre linee di tendenza lineari, una per ogni colore in uso.

  7. Posiziona il cursore sulle linee di tendenza per visualizzare informazioni statistiche sul modello utilizzato per creare la linea:

    Per maggiori informazioni, consulta Valutare la significatività delle linee di tendenza. Puoi anche personalizzare la linea di tendenza per utilizzare un tipo di modello diverso o per includere bande di attendibilità. Per maggiori informazioni, consulta Aggiungere linee di tendenza a una visualizzazione.

    Controlla il tuo lavoro! Osserva i passaggi da 1 a 7 di seguito:

    Vedi anche

    Esempio: grafici a dispersione, aggregazione e granularità

Grazie per il tuo feedback.