Excel

Questo articolo descrive come connettere Tableau ai dati del file di Microsoft Excel e impostare l'origine dati. Tableau si connette ai file .xls e .xlsx.

Per connettersi a un file CSV, utilizza il connettore File di testo.

Effettuare la connessione e impostare l'origine dati

  1. Dopo aver aperto Tableau, in Connetti, fai clic su Excel.

  2. Seleziona la cartella di lavoro Excel a cui desideri connetterti, quindi fai clic su Apri.

    NOTA: a partire da Tableau 2020.2, le connessioni legacy a Excel e file di testo non sono più supportate. Consulta il documento Legacy Connection Alternatives in Tableau Community per le alternative all'utilizzo di connessioni obsolete.

  3. Nella pagina dell'origine dati, esegui le seguenti operazioni:

    1. (Facoltativo) Seleziona il nome dell'origine dati predefinita nella parte superiore della pagina, quindi immetti un nome univoco per l'origine dati da utilizzare in Tableau. Ad esempio, utilizza un nome dell'origine dati convenzionale che aiuti gli altri utenti a capire a quale origine dati collegarsi.

    2. Se il file di Excel contiene una tabella, fai clic sulla scheda del foglio per avviare l'analisi.

      Utilizza una query SQL personalizzata per connetterti a una query specifica piuttosto che all'intera origine dati. Per ulteriori informazioni, consulta Connettersi a una query SQL personalizzata.

      Puoi anche connetterti a un intervallo denominato o a una tabella di Excel (nota anche come elenco Excel) con la stessa procedura utilizzata per connetterti a un foglio di lavoro. Sia l'intervallo denominato che la tabella di Excel funzioneranno come tabella in Tableau.

      È possibile creare intervalli denominati in Excel selezionando un intervallo di celle e quindi facendo clic su Definisci nome nella scheda Formule. Analogamente agli intervalli denominati, è possibile creare una tabella in Excel selezionando un intervallo di celle e facendo clic infine su Inserisci > Tabella. Quando esegui la connessione a una tabella o a una tabella di Excel in Tableau, nella pagina Origine dati viene visualizzata un'icona accanto al foglio, come illustrato di seguito.

      Puoi connetterti a più cartelle di lavoro di Excel contemporaneamente purché ogni connessione presenti un nome univoco nell'origine dati associata.

    Nota: Tableau non supporta le tabelle pivot in Excel.

Esempio di origine dati di Microsoft Excel

Di seguito è riportato un esempio di un'origine dati di Microsoft Excel.

Nota: se il file di Excel contiene colonne la cui larghezza supera i 254 caratteri, Tableau Desktop non può utilizzare tali campi per le cartelle di lavoro che erano state create prima di Tableau Desktop 8.2. Non è inoltre possibile utilizzare la connessione legacy per connettersi a questi dati. O rimuovi le colonne, modificandole affinché rientrino nei 254 caratteri prima di eseguire la connessione a Tableau Desktop oppure aggiorni l'origine dati Excel. Per maggiori informazioni sull'aggiornamento delle origini dati, consulta Eseguire l'upgrade delle origini dati.

Ottenere più dati

Ottieni più dati nell'origine dati aggiungendo più tabelle o connettendoti ai dati di un altro database.

  • Aggiungi altri dati dal file corrente: dal riquadro di sinistra, trascina le tabelle aggiuntive nell'area di disegno per combinare i dati tramite join o unione. Per maggiori informazioni, consulta Creare un join dei dati o Unire i dati.

  • Aggiungere altri dati da database diversi: nel riquadro di sinistra, fai clic su Aggiungi accanto a Connessioni. Per maggiori informazioni, consulta Creare un join dei dati.

    Se il connettore che desideri non è elencato nel riquadro di sinistra, seleziona Dati > Nuova origine dati per aggiungere una nuova origine dati. Per maggiori informazioni, consulta Combinare i dati.

Impostare le opzioni della tabella di Excel

Le opzioni della tabella di Excel sono disponibili nell'ambito della connessione. Per modificare le opzioni della tabella, fai clic sulla freccia a discesa della tabella e quindi specifica se i dati includono nomi di campo nella prima riga. In tal caso, questi nomi diventeranno i nomi dei campi in Tableau. Se i nomi dei campi non sono inclusi, Tableau li genera automaticamente. È possibile rinominare i campi in seguito.

Pulisci i dati con lo Interprete dei dati

Se Tableau rileva la possibilità di ottimizzare l'origine dati per l'analisi, ti richiede l'utilizzo dello Interprete dei dati. Lo Interprete dei dati è in grado di rilevare sottotabelle utilizzabili e rimuovere la formattazione univoca che, in un secondo momento, potrebbe causare problemi all'analisi. Per maggiori informazioni, consulta Pulire dati importati da Excel, CSV, PDF e Fogli Google con Interprete dei dati.

Informazioni sui file .ttde e .hhyper

Potresti notare file .ttde o .hhyper durante la navigazione nella directory del tuo computer. Quando crei un'origine dati Tableau che si collega ai tuoi dati, Tableau crea un file .ttde o .hhyper. Questo file, noto anche come estrazione shadow, si utilizza per migliorare la velocità di caricamento dell'origine dati in Tableau Desktop. Anche se contiene dati di base e altre informazioni simili all'estrazione standard di Tableau, un'estrazione shadow viene salvata in un formato diverso e non puoi utilizzarla per recuperare i dati.

In alcune situazioni, potresti dover eliminare un'estrazione shadow dal computer. Per ulteriori informazioni, consulta Spazio su disco ridotto a causa dei file TTDE nella Knowledge Base di Tableau.

Modifiche alla modalità di calcolo dei valori

A partire dalla versione 10.5, quando utilizzi le origini dati, nonché le origini dati che usano connessioni live a dati basati su file come Excel, i valori nei dati possono essere calcolati in modo diverso dalle versioni precedenti di Tableau. Questa modifica significa che è possibile che vengano visualizzate differenze tra i dati e gli indicatori nella vista tra la versione 10.4 (e versioni precedenti) e la versione 10.5 (e versioni successive). Lo scopo di questa modifica è quello di migliorare l'efficienza e la scalabilità dell'origine dati di Excel. Per maggiori informazioni, consulta Modifiche ai valori e agli indicatori nella vista.

Nel caso di un'origine dati di Excel, un esempio di questa modifica è con la distinzione tra maiuscole e minuscole. Nella versione 10.4 (e precedenti), a scopo di confronto e ordinamento, i valori stringa vengono considerati senza distinzione maiuscole/minuscole e quindi trattati nello stesso modo e archiviati come un singolo valore stringa. Nella versione 10.5 (e versioni successive), a scopo di ordinamento e confronto, i valori restano senza distinzione tra maiuscole e minuscole. Tuttavia, i valori rispettano la distinzione maiuscole/minuscole ai fini di archiviazione. Ciò diventa evidente quando i valori vengono visualizzati nella pagina dell'origine dati.

Ad esempio, supponi di avere una colonna nei dati che contiene i valori "Casa," "CASA" e "caSa". I seguenti valori stringa variano a seconda della versione di Tableau utilizzata:

  • Nella versione 10.4 e precedente, sia nella pagina Origine dati che nella vista, viene visualizzato il messaggio: "Casa", "Casa" e "Casa".

  • Nella versione 10.5 e successive, nella pagina dell'origine dati viene visualizzato il messaggio: "Casa", "CASA" e "caSa". Nella vista viene però visualizzato: "Casa", "Casa" e "Casa".

Se è necessario mantenere la distinzione tra maiuscole e minuscole per i dati durante l'esecuzione di un join, puoi attivare l'opzione Mantieni carattere (Excel) dal menu Dati. Per maggiori informazioni su questa opzione, consulta Informazioni sull'utilizzo di origini dati multi-connessione(Link opens in a new window).

Vedi anche

Altri articoli in questa sezione

Grazie per il tuo feedback. Si è verificato un errore durante l'invio del feedback. Riprova o scrivici.