In questo articolo vengono descritti i tipi di calcoli di tabella disponibili in Tableau e quando utilizzarli. Utilizzano semplici esempi per dimostrare come ciascun calcolo trasforma i dati in una tabella. Per maggiori informazioni sulla creazione e sulla configurazione dei calcoli di tabelle, consulta Creare un calcolo tabella.

Differenza dal calcolo

Un calcolo di tabella Differenza da calcola la differenza tra il valore attuale e un altro valore nella tabella per ogni indicatore della vista.

Con un calcolo di tipo Differenza da, Differenza percentuale da o Percentuale da, ci sono due valori da tenere in considerazione: il valore corrente e il valore con cui calcolare la differenza. Nella maggior parte dei casi, bisogna calcolare la differenza tra il valore corrente e il valore precedente, come nella procedura qui sopra. In alcuni casi, però, potresti aver bisogno di altro.

Per specificare con quale valore calcolare la differenza:

  1. Fai clic con il tasto destro del mouse su una misurazione nella vista e seleziona Aggiungi calcolo della tabella.

  2. Nella finestra di dialogo del calcolo della tabella, per Relativo a, seleziona una delle opzioni seguenti:

    Precedente Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore precedente del partizionamento. Questo è il valore predefinito.
    Successivo Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore successivo del partizionamento.
    Primo Calcola la differenza tra il valore corrente e il primo valore del partizionamento.
    Ultimo Calcola la differenza tra il valore corrente e l'ultimo valore del partizionamento.

Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Differenza da per calcolare il modo in cui fluttuano le vendite (aumenti o diminuzioni) tra gli anni per ogni mese.

Puoi notare che in gennaio c'è stata una differenza di 368 $ tra le vendite nel 2012 e nel 2013, e una differenza 26.161 $ tra le vendite nel 2013 e nel 2014.

Suggerimento: quando calcoli la crescita rispetto all'anno precedente, il primo anno non ha un anno precedente da confrontare, quindi la colonna viene lasciata vuota. Nascondi la colonna che non desideri mostrare per mantenere intatto il calcolo. Per i dettagli, vedi Nascondere righe e colonne.

Perché? Se hai filtrato il primo anno per rimuoverlo dalla vista, questo verrà rimosso anche dal calcolo in modo che il secondo anno non debba essere confrontato con un anno precedente, quindi viene lasciato vuoto. Invece di filtrare, nascondere la colonna mantiene intatto il calcolo.

Calcolo di spostamento

Per ciascun indicatore nella vista, un calcolo di tabella Calcolo di spostamento (a volte noto come calcolo di due punti) determina il valore di un indicatore nella vista eseguendo un'aggregazione (somma, media, minimo o massimo) su un determinato numero di valori prima e/o dopo il valore attuale.

Un calcolo di spostamento viene in genere utilizzato per accelerare le fluttuazioni a breve termine nei dati in modo da poter vedere le tendenze a lungo termine. Ad esempio, è difficile fare il quadro della situazione con i dati relativi ai titoli delle transazioni in quanto ci sono molti cambiamenti. Puoi utilizzare un calcolo di spostamento per definire un intervallo di valori da riepilogare utilizzando un'aggregazione a tua scelta.

Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un Calcolo di spostamento per scoprire la tendenza dei totali di vendita nel tempo. Per farlo, puoi trasformare ogni totale mensile in modo da ottenere una media del totale mensile e dei due mesi precedenti.

Puoi visualizzare le vendite medie nel tempo. Ad esempio, il valore indicato per dicembre 2011 è la vendita media per ottobre, novembre e dicembre 2011. Il valore indicato per gennaio 2012 è la media delle vendite per novembre e dicembre 2011 e gennaio 2012.

Aggiungere un calcolo secondario

Con i calcoli tabella Totale parziale e Calcolo mobile hai la possibilità di trasformare i valori due volte per ottenere il risultato desiderato, ovvero aggiungere un calcolo tabella secondario sopra al calcolo tabella principale. Ad esempio, puoi aggiungere un calcolo tabella iniziale per calcolare il totale parziale per le vendite di ogni mese in ogni singolo anno e, in seguito, un calcolo secondario per calcolare la differenza in percentuale anno per anno di ogni mese da un anno all'altro.

Per un esempio che mostra come creare un calcolo secondario, vedi Calcolo del totale parziale.

Differenza percentuale dal calcolo

Un calcolo di tabella Differenza percentuale da calcola la differenza tra il valore attuale e un altro valore nella tabella come percentuale per ciascun indicatore nella vista.

Con un calcolo di tipo Differenza da, Differenza percentuale da o Percentuale da, ci sono due valori da tenere in considerazione: il valore corrente e il valore con cui calcolare la differenza. Nella maggior parte dei casi, bisogna calcolare la differenza tra il valore corrente e il valore precedente, come nella procedura qui sopra. In alcuni casi, però, potresti aver bisogno di altro.

Per specificare con quale valore calcolare la differenza:

  1. Fai clic con il tasto destro del mouse su una misurazione nella vista e seleziona Aggiungi calcolo della tabella.

  2. Nella finestra di dialogo del calcolo della tabella, per Relativo a, seleziona una delle opzioni seguenti:

    Precedente Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore precedente del partizionamento. Questo è il valore predefinito.
    Successivo Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore successivo del partizionamento.
    Primo Calcola la differenza tra il valore corrente e il primo valore del partizionamento.
    Ultimo Calcola la differenza tra il valore corrente e l'ultimo valore del partizionamento.


Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Differenza percentuale da per calcolare il modo in cui fluttuano le vendite (aumenti o diminuzioni) tra gli anni per ogni mese. I valori vengono calcolati come percentuali.

Puoi vedere che tra gennaio e febbraio 2011 c'è stata una differenza nelle vendite pari al -66%, ma tra febbraio e marzo 2011 c'è stato un enorme miglioramento delle vendite pari al 1.058%.

Percentuale da calcolo

Un calcolo di tabella Percentuale da calcola un valore come percentuale di un altro valore, in genere, come percentuale del valore precedente nella tabella, per ciascun indicatore della vista.

Con un calcolo di tipo Differenza da, Differenza percentuale da o Percentuale da, ci sono due valori da tenere in considerazione: il valore corrente e il valore con cui calcolare la differenza. Nella maggior parte dei casi, bisogna calcolare la differenza tra il valore corrente e il valore precedente, come nella procedura qui sopra. In alcuni casi, però, potresti aver bisogno di altro.

Per specificare con quale valore calcolare la differenza:

  1. Fai clic con il tasto destro del mouse su una misurazione nella vista e seleziona Aggiungi calcolo della tabella.

  2. Nella finestra di dialogo del calcolo della tabella, per Relativo a, seleziona una delle opzioni seguenti:

    Precedente Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore precedente del partizionamento. Questo è il valore predefinito.
    Successivo Calcola la differenza tra il valore corrente e il valore successivo del partizionamento.
    Primo Calcola la differenza tra il valore corrente e il primo valore del partizionamento.
    Ultimo Calcola la differenza tra il valore corrente e l'ultimo valore del partizionamento.


Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Percentuale da per calcolare la percentuale di un valore precedente. Ad esempio, puoi calcolare la percentuale di vendite da gennaio 2011 a febbraio 2011.

Puoi vedere che febbraio 2011 ha reso il 34% delle vendite di gennaio 2011; marzo 2011 ha reso il 1158% delle vendite di febbraio e così via.

Percentuale del calcolo totale

Per ciascun indicatore nella vista, un calcolo di tabella Percentuale del totale calcola un valore come percentuale di tutti i valori della partizione corrente.

Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Percentuale del totale per calcolare la percentuale di vendite totali di ogni mese in un trimestre. Ad esempio, puoi vedere che gennaio 2011 rappresenta il 18,73% delle vendite effettuate nel primo trimestre.

Oppure puoi calcolare la percentuale di vendite totali ogni mese in un anno. Ad esempio, puoi vedere che gennaio 2011 rappresenta il 2,88% delle vendite effettuate nel 2011.

Calcolo percentile

Per ciascun indicatore nella vista, un calcolo di tabella Percentile calcola un valore di tipo percentile per ogni valore di una partizione.

Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Percentile per classificare le vendite totali per ogni mese in un anno come percentuale, anziché come un numero intero (ad esempio, da 1 a 10).

Dato che febbraio ha avuto le vendite molto ridotte nel 2012 rispetto al totale complessivo, è pari allo 0,0% (o al numero 1 su 12, poiché questo esempio è Ascendente e quindi classificato dal più basso al più alto). Le vendite di gennaio 2012 sono state un po' più alte e sono state pertanto classificate al 9,1% (o al numero 2 su 12 mesi). Dal momento che novembre ha fatto le maggiori vendite nel 2012, si classifica al 100% (o il numero 12 su 12).

Decrescente rispetto a crescente

L'ordine crescente classifica i valori dal più basso al più alto. L'ordine decrescente classifica i valori dal più alto al più basso.

Calcolo di classificazione

Per ciascun indicatore nella vista, un calcolo della tabella Classificazione calcola una classificazione per ogni valore di una partizione.

Esempio

Considera la seguente tabella di testo. Mostra le vendite totali mensili per il 2011, 2012, 2013 e 2014 per una grande catena di negozi.

Puoi utilizzare un calcolo di tabella Classificazione per calcolare una classificazione per ogni mese di un anno.

Puoi vedere che novembre ha dato la maggior quantità di vendite nel 2012 e viene classificato come numero 1 (perché la classifica è in ordine decrescente, ovvero viene ordinata dal valore più alto a quello più basso). Dato che febbraio ha avuto il minor numero di vendite nel 2012, il suo numero di classifica è pari a 12.

Decrescente rispetto a crescente

L'ordine crescente classifica i valori dal più basso al più alto. L'ordine decrescente classifica i valori dal più alto al più basso. Per il calcolo di tabella Classificazione, il valore predefinito è Decrescente.

Tipo di classificazione

Un problema con i calcoli di Classificazione è che potrebbero esserci più indicatori con lo stesso valore. Cosa succederebbe, ad esempio, se le Tabelle nella regione Centrale e gli Apparecchi nella regione Meridionale avessero entrambi un fatturato di 36.729 $? Tableau consente di specificare come gestire tali casi includendo un campo aggiuntivo nella finestra di dialogo Calcolo tabella quando imposti Tipo di calcolo su Classificazione.

Le scelte sono elencate di seguito. La sequenza di numeri all'inizio di ogni opzione mostra come ogni opzione classificherà un ipotetico gruppo di quattro valori in cui due dei quali sono identici:

Opzione Risultato
Competizione (1, 2, 2, 4) A valori identici viene assegnata una classificazione identica. Il valore più alto è classificato 1 e poi i due valori successivi, identici, sono entrambi classificati 2. Il valore successivo viene classificato 4.
Competizione modificata (1, 3, 3, 4) A valori identici viene assegnata una classificazione identica. Il valore più alto è classificato 1 e poi i due valori successivi, identici, sono entrambi classificati 3. Il valore successivo viene classificato 4.
Fitta (1, 2, 2, 3) I valori duplicati hanno tutti la stessa classificazione, ovvero il numero successivo nella sequenza di classificazione. Il valore successivo dopo i valori duplicati viene calcolato come se i valori duplicati fossero un valore singolo.
Univoco (1, 2, 3, 4) Ai valori duplicati vengono assegnate classificazioni univoche in base alla direzione in cui viene calcolata la classificazione.

Calcolo del totale parziale

Per ciascun indicatore nella vista, un calcolo di tabella Totale parziale aggrega i valori cumulativamente in una partizione. Può farlo sommando i valori, i valori medi o sostituendo tutti i valori con il valore effettivo minimo o massimo.

Immagina di iniziare con la seguente vista di testo, che mostra i totali delle vendite ripartiti per anno (da sinistra a destra) e per trimestre e mese (dall'alto verso il basso):

Invece dei valori delle vendite assoluti, desideri visualizzare un totale parziale delle vendite per ogni anno, in modo che le vendite di ogni mese vengano aggiunte alle vendite di tutti i mesi precedenti.

Creare la vista di base

  1. Connettiti all'origine dati Sample - Superstore.

  2. Fai clic e trascina il campo Data ordine nel riquadro Dati e trascinalo sullo spazio Colonne.

    Il livello data predefinito è YEAR(Order Date).

  3. Fai clic e trascina di nuovo Data ordine e rilascialo questa volta sullo spazio Righe.

  4. Fai clic sul lato destro del campo per aprire il menu contestuale. A questo punto, scegli Trimestre.

    Noterai due opzioni chiamate Trimestre. Assicurati di scegliere la prima.

    Il campo ora deve contenere QUARTER(Order Date).

    Nota: se stai creando la vista sul Web, il menu ha un aspetto leggermente diverso.

  5. Fai clic e trascina Data ordine una terza volta e rilasciala sullo spazio Righe a destra di QUARTER(Order Date).

  6. Clicca sul lato destro del campo per aprire il menu contestuale. Questa volta, scegli Mese (di nuovo, seleziona la prima delle due opzioni Mese). Il campo ora deve contenere MONTH(Order Date).

  7. Trascina Vendite dal riquadro Dati e rilascialo su Testo nella scheda indicatori.

Adesso hai la vista di base, che mostra le vendite per data dell'ordine su un periodo di quattro anni, per mese, trimestre e anno.

Aggiungi un calcolo di tabella totale parziale alla vista di base

  1. Fai clic sul campo SOMMA(Vendite) sulla scheda Indicatori e scegli Aggiungi calcolo di tabella.

  2. Nella finestra di dialogo Calcolo di tabella, scegli Totale parziale come Tipo di calcolo.

  3. Scegli Tabella (Giù) dall'elenco Calcola utilizzando.

    L'evidenziazione nella vista mostra in che modo il valore di Calcola utilizzando imposti la portata del calcolo nella vista:

    Confrontando i valori nella vista di testo originale con i valori in questa vista puoi notare che il risultato è corretto. I valori mensili salgono costantemente e il valore di dicembre (484.247) è lo stesso valore che vedi nella colonna dei totali complessivi (dal menu Analisi, seleziona Totali > Mostra colonna totali complessivi).

  4. Fai clic sulla X nell'angolo superiore destro della finestra di dialogo Calcoli tabella per chiuderla.

Il Totale parziale non deve essere una somma

Per un calcolo di tabella Totale parziale, Tableau può aggiornare i valori cumulativamente in modi diversi dalla somma. Scegli una delle opzioni dall'elenco a discesa al di sotto del campo Tipo di calcolo:

Opzione Significato
Somma Ogni valore viene aggiunto al valore precedente.
Media Il totale parziale esegue la media dei valori attuali e precedenti.
Minimo Tutti i valori vengono sostituiti con il valore più basso nella partizione originale.
Massimo Tutti i valori vengono sostituiti con il valore più alto nella partizione originale.

Opzione Riavvio ogni

L'opzione Riavvio ogni è disponibile solo quando selezioni Dimensioni specifiche nella finestra di dialogo Calcoli tabella e quando selezioni una dimensione nel campo immediatamente sotto le opzioni Calcola utilizzando, ovvero quando definisci più di un'opzione come campo di indirizzamento.

Questa opzione non è disponibile quando definisci un calcolo tabella con Calcola utilizzando.

Utilizza questa impostazione per definire un'interruzione (ovvero, riavvio del calcolo) nella vista in base a una dimensione particolare.

L'opzione Riavvio ogni può essere utile nelle situazioni seguenti:

  • Con date o altre gerarchie, se esegui il riavvio ogni mese quando inserisci l'anno o il trimestre, Tableau sa come eseguire il partizionamento automaticamente.

  • Con elementi non in gerarchia, l'opzione Riavvio ogni influisce sull'ordinamento. Se desideri effettuare un indirizzamento su Prodotti ed eseguire un partizionamento per Stato, ma vuoi i prodotti ordinati per SUM(Sales) in ogni stato, devi includere Stati come campo di indirizzamento sotto Dimensioni specifiche, ma successivamente riavviare ogni stato. In caso contrario, l'ordinamento per SUM(Sales) si baserebbe sul totale delle vendite di ciascun prodotto in tutti gli stati.

Ad esempio, se prendi il risultato del calcolo del Totale parziale aggiunto sopra, puoi vedere l'effetto di Riavvio ogni effettuando le seguenti operazioni:

  1. Fai clic sul campo SOMMA(Vendite) sulla scheda Indicatori e scegli Modifica calcolo di tabella.

  2. Nella finestra di dialogo Calcolo di tabella, scegli Dimensioni specifiche.

    Nota che due dimensioni sono ora contrassegnate nella casella di riepilogo delle dimensioni: Trimestre di Data ordine e Mese di Data ordine. Questi sono i campi di indirizzamento e poiché più di un campo viene utilizzato per l'indirizzamento, Riavvia ogni è ora disponibile.

    Le scelte disponibili nell'elenco a discesa Al livello sono:

    Nessuno Specifica che il calcolo deve essere eseguito al livello di massima granularità. Questa è l'opzione predefinita. Questa opzione non modifica la vista.
    Trimestre di Data ordine Specifica che il calcolo deve essere eseguito a livello trimestrale.
  3. Se scegli Trimestre di Data ordine, la vista viene aggiornata per mostrare l'effetto di questa modifica:

    Il calcolo viene ora riavviato dopo ogni trimestre. Se fai clic fuori dalla finestra di dialogo Calcoli di tabella (per ignorare l'evidenziazione), puoi visualizzarlo in modo più chiaro.

  4. Fai clic sulla X nell'angolo superiore destro della finestra di dialogo Calcoli tabella per chiuderla.

Aggiungere un calcolo secondario

Con i calcoli tabella Totale parziale e Calcolo mobile hai la possibilità di trasformare i valori due volte per ottenere il risultato desiderato, ovvero aggiungere un calcolo tabella secondario sopra al calcolo tabella principale. Ad esempio, puoi aggiungere un calcolo tabella iniziale per calcolare il totale parziale per le vendite di ogni mese in ogni singolo anno e, in seguito, un calcolo secondario per calcolare la differenza in percentuale anno per anno di ogni mese da un anno all'altro.

A tale scopo, per prima cosa aggiungi il calcolo di tabella primario, come mostrato sopra. Procede quindi come segue:

  1. Fai clic sul campo SOMMA(Vendite) sulla scheda Indicatori e seleziona Modifica calcolo di tabella.

  2. Nella finestra di dialogo Calcolo di tabella, fai clic su Aggiungi calcolo secondario.

    La finestra di dialogo Calcolo di tabella si espande per mostrare un secondo pannello:

  3. Nel secondo pannello, scegli Differenza percentuale da come Tipo di calcolo secondario.

  4. Non devi modificare la selezione Calcola utilizzando: Table (Attraverso) è l'opzione giusta.

  5. Fai clic sulla X nell'angolo superiore a destra per chiudere la finestra di dialogo Calcolo di tabella.

    Ora la vista mostra ciò che è necessario: una differenza percentuale rispetto all'anno precedente di un totale parziale:

    Vedi anche

    Creare un calcolo tabella

    Nozioni fondamentali: indirizzamento e partizionamento

Grazie per il tuo feedback.